25 agosto 2010

Alcune cose Chiare: certe foto sanno di rum, certe canzoncèlle di birra messicana (ah ah ah)



Ciao, quello col cappello e la maglia verde sono io. La ragazza che abbraccio, invece, è Chiaraùno.
Salutate Chiaraùno.
Chiaraùno è la donna alla quale ho chiesto di sposarmi, e che sorprendentemente ha detto . Non gliel'ho chiesto la sera in cui è stata scattata la foto, ma qualche tempo più tardi, anche se l'espressione che ha fatto quando ha detto era più o meno la stessa (forse con più lacrimoni). (Chiaraùno è la stessa Chiara alla quale pisipiglio andiamo a letto, torniamo lumache.)

Chiaradùe sente i profumi nelle foto, una volta ha esposto i suoi scatti in una serata in cui si leggevano delle ròbe mie, del simonerò e di zabaglio, adesso se ne sta nel Gran Chaco dove ha conosciuto il nipote di Cortàzar e non me la voleva mica inviare, questa foto, perché laggiù sembra che le connessioni siano di burro.
Ci siamo io con lo jipijapa e Chiaraùno che ride: secondo Chiaradùe, è un'istantanea che sa di rum.

Chiaratré mi manda sempre i lincaggi alle canzoncelle che le piacciono e che poi qualche tempo dopo piacciono pure a me. Oggi m'ha suggerito questa, che dice le stesse cose (anche se il video è assai meno zarro e più vintage), di quest'altra.
Detto ciò, dovrebbe esservi Chiara la battuta del titolo.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

è una notizia che risuona come un temporale di fine estate e profuma di terra bagnata e freschi germogli, altro che sussurro, bisbiglio, pisipìglio.
keep me informed, please.
Orazio

Giovanna ha detto...

Ogni volta che leggo qualcosa di tuo, rimango sempre senza parole, e con un carico infinito di emozioni e soprattutto sensazioni! :) ;) BELLA FABRI', continua così! spero che l'ispirazione per scrivere non ti possa mancare mai mai e poi maiiiii... :)

Daniela di SenzaPanna ha detto...

e quando vi sposate che il 29 luglio Chiarauno non mi ha detto niente!!
:-)))))