19 agosto 2011

[Quadernini di traduzione] Fofo

Poi ci sarebbe da dire che le prime immagini sono una spanciata dallo scoglio scivoloso, a corpo libero, o la cecagna del primo pomeriggio, quando le gambe si fanno molli, fluffe ah gl'apparentamenti fonètici: fofo, dicon gl'ispagnuoli, fofo se vogliono intendere molle, blando, inconsistente.
Fofo viene da bofo, bofo è una voce onomatopèica, insuffli aria tra i denti socchiusi e le labbra si gonfiano in un repentino sventolio di vela spiegata; bofo ha connaturata in sé la malia delle digestioni lente, della siesta, dell'appesantimento, della debolezza che pervicace ti s'insinua nelle viscere, pènsaci.

Fofo, prova a farlo risuonare al fianco di fluffo o fluffy, morbidone, lanugginoso: t'accorgerai che non ha al pari dei sostantivi cugini quell'infinita puccezza che férmati, no; lui rimanda alla gorditudine, a una mollezza infima, brutta, maleodorante, fofo, che per dirlo le labbra si contorcono, e ti viene la faccia di quello che percula.
Fofo è un sibilo di sordina, uno sfiato di trombone, la colonna sonora di un insuccesso: fo-fo-fo-fò.

E non c'è niente da fare, non se n'esce: l'unica è sprimacciare le forze, le poche che restano, e lottare a spada tratta contro quel non so che di fofo che t'attanaglia le caviglie e le righe e i discorsi.


[poi ho scoperto che tipo in slang mericàno fofo significa Friends on Facebook Only it's a long time I don't see Molly, we're Fofo che mi sembra un'accezione stupendèrrima, oltre che un'amicizia molto molle invero, Molly]

1 commento:

Astrid ha detto...

"fof" esiste anche in friulano e vuol dire soffice, come un cuscino o la neve.