01 luglio 2011

Una tristezza Monumentale

Belgrano, Manuelgiuseppe Gioacchino del Cuore di Gesù Belgrano, se non lo sai, è stato una sorta di Garibaldi argentino: un esponente della Baires criolla, uno che l’Illuminismo l’aveva toccato nel profondo, che nel Vicereame del Rio de la Plata ci stava discretamente a disagio e allora ha imbracciato le armi per lottare per l’indipendenza, un impavido à la Menotti (Ciro, mica César Luis) ma con la lungimiranza politica d’un Camillo Benso conte di Cavour, per dire: Belgrano è l’inventore della bandiera argentina, non so se mi spiego.
In Argentina capita spesso che le squadre portino il nome di valorosi patrioti combattenti: c’è il Guillermo Brown e l’Atletico Rivadavia che prende il nome da Bernardino Rivadavia, il Sanmartìn di Tucuman e il General Lamadrid, che è un po’ come se noialtri tenessimo chi per il Nino Bixio Football Club, chi per la Società Sportiva Massimo D’Azeglio (nomi che qualche volta risuonano negli stradari, al massimo).
Un pezzetto d'una sforbiciata inedita, che è sul sito degli scrittoriprecà, pure se è venerdì.
It's been such a long time, nevvè?

1 commento:

carlo dulinizo ha detto...

Anche se non sono un granché a calcio, ad una squadra tipo Nino Bixio Football Club ci giocherei subito, anche come panca fissa.