20 giugno 2010

Cose che io sì e gl'altri invece no

Mi piace, m'è sempre piaciuta, ma ultimamente di più, l'idea d'avere qualcosa che ho solo io, non necessariamente qualcosa di valore, anzi, più affascinante ancora è l'idea che quel qualcosa che io sì e gl'altri invece no non sia proprio una ròba preziosa, preziosa secondo l'accezione superficiale imperante di quest'epoca storica.
Insomma, tipo: un paio di scarpe.

Ed io vedete, io ho un paio di Converse che prima erano bianche, tutte bianche, ed ora invece sono bellèrrimamente disegnate, c'è Buenos Aires a volo d'aquila, su quelle Converse bianche, e poi c'è scritto su un lato "buenas salenas, cronopio cronopio", e sull'altra "catala tregua tregua espera", e sulla linguetta, oh, sulla linguetta c'è la firma di Julio Cortázar.
Ed un paio di Converse All Star Julio Cortázar Exclusive Edition, ecco, lo dice pure il nome, ce l'ho solo io, io e nessun altro, grazie a Maximiliano Chimuris.

Sono una cosa che io sì, e gl'altri invece no.

Poi magari vi faccio vedere delle foto.
Voialtri, nel frattempo, se m'incontrate, guardatemi per prima cosa le scarpe, non in faccia: le scarpe.

[Cosimo la vede così, per dire]

4 commenti:

Eugenio Maddalena ha detto...

a breve avrò tre magliette disegnate da un amico, una su aspettando godot, uno su kelig broda e una su ellen allien e the orchestra of bubble

quelle penso che le avrò solo io

cosimo lorenzo ha detto...

Te le invidio.

Lorenzo Di Matteo ha detto...

Ho una vecchia stampa di una sconosciuta marca di liquori (ma che esiste ancora oggi), viene dalla Val d'Aosta e campeggia da circa tre decadi nella mia stanza.

C'è scritto in alto piccolo e in stampatello: "Premiata fabbrica di Vermouth e Liquori"; e poi grande subito sotto, sempre in stampatello: "Ottoz Lorenzo & figlio Aosta".
E quindi l'immagine grande (prende tutta la stampa) di un bimbo che fa pipì in uno stagno con un berretto in testa e i pantaloni a zompafosso. Vicino a lui c'è un cagnetto da caccia color miele, con la lingua a penzoloni che rompe la quarta parete guardandoci assetato.

E poi in basso a sinistra, piccolo e in corsivo, c'è scritto: "Non bevete mai acqua".

VALENTINA CALOSCI ha detto...

oh, le all-meraviglia.
guarderò per prima cosa le scarpe,
promesso.